Prodotti
Tether Talk
In viaggio con ONsite DTap Power Solution!
Tutto è iniziato con un cavo
Alimenta la tua fotocamera DSLR per il time-lapse e il video con il sistema di alimentazione Case Relay
Il mirroring dello schermo verso un altro monitor in studio
Trasforma il tuo iPhone in un monitor per camere Sony e Panasonic
6 suggerimenti su come prendersi cura dei cavi
Tre suggerimenti per organizzare il tuo studio fotografico
La scelta del giusto cavo per il tethering
Tutorial: impostare il set per acquisire i vostri scatti con il pc
Aumentare i vostri introiti agli eventi con un Photo Booth
Continua...

Tether Talk

Tutto è iniziato con un cavo

Oltre ad essere Tether Tools Director of Business Development, Wes Maggio è da molto tempo fotografo ed insegnante.
()



Quando per la prima volta ho sentito parlare della fotografia con connessione al computer, ho pensato fosse una cosa complicata, o che fosse un metodo circoscritto ai professionisti. A quanto pare non ero il solo ad avere questa convinzione, molti fotografi la pensavano come me (ed è ancora così). Non potevo immaginare che scattare con il cavo di connessione fosse così semplice.

Nel 2011 ho ricevuto un incarico di lavoro e solo in quel momento ho deciso di capire meglio il concetto dello scatto con connesione al computer. Gli oggetti da fotografare erano biscotti ed altri prodotti culinari per una pasticceria. Avrei lavorato con il proprietario del negozio, il quale mi avrebbe assistito con il set up e lo styling, così ho pensato che sarebbe stato più comodo visionare l'immagine su di uno schermo più grande rispetto a quello della macchina fotografica.

Non ero nemmeno sicuro di che cosa mi servisse, ho cercato su internet e trovato (ovviamente) Tether Tools, specializzato in prodotti per fotografi che lavorano con connessione al computer. Mi sono fidato di loro, sicuro che mi avrebbero indirizzato verso la scelta migliore.

Rispettando il budget ho comprato un semplice cavo da 4,5mt per la mia Nikon D800. Per questa fotocamera avevo bisogno di un cavo che avesse da un lato un ingresso Micro-B e dall'altro una USB 3,0 per il computer.

Il lavoro si sarebbe svolto nella cucina del negozio, sapevo che sarebbe stato uno spazio ridotto così ho optato per sistemare il mio laptop proprio sul bancone, vicino all'area che avevo illuminato per lo scatto.

Come primo passaggio ho collegato la macchina fotografica al computer. Da lì avevo bisogno di un certo tipo di software per iniziare a fotografare ed il miglior sofware per iniziare, è quello che hai già! Per me quello era Adobe Lightroom. Ho già utilizzato Lightroom per alcuni anni e sapevo che avrebbe funzionato con il collegamento via cavo ma non mi ero mai soffermato a studiarne il funzionamento perchè non ne avevo avuto necessità.


Lightroom ha funzionato, e la connessione è stata così semplice da impostare! Ho solamente inserito il cavo nella macchina fotografica da un lato e nel computer dall'altro, e quindi ho avviato la connessione in Lightroom.

Ad ogni scatto l'immagine appariva sul mio laptop in un paio di secondi. A quel punto il cliente ed io controllavamo il posizionamento, l' inquadratura e che il prodotto fotografato apparisse al meglio. Mentre lei si occupava dell'estetica io controllavo l'esposizione e i dettagli. Avevamo realizzato lo scatto assieme!

Avendo apprezzato l'aspetto collaborativo di fotografare con il cavo di connessione, quando mi si presentò il successivo servizio fotografico, pensai di provarci nuovamente. Questa volta tuttavia, non avrei avuto un bancone per sistemare il mio laptop, così decisi di acquistare un Tether Table. Per esser più chiari, ho preso un Kit Pro Tethering che comprendeva il piano e un gruppo di accessori per realizzare una postazione di lavoro con connessione completa.



Ho fissato il Tether Table al mio treppiedi al posto della testa a sfera: questa configurazione mi ha permesso di avere, da dove stavo scattando, il laptop a portata di mano e di rendere agevole il controllo delle immagini nel momento in cui le scattavo. Inoltre mi ha permesso di condividere e discutere le immagini durante le riprese con il mio soggetto.

Ho amato l'aspetto collaborativo che si crea scattando con la connessione al computer. L'unico lato negativo era quello di dover sistemare la macchina fotografica su una sedia ogni volta che dovevo parlare al mio soggetto o lavorare al computer. Non era un ostacolo alla ripresa in sè ma certamente avrebbe potuto essere più comodo e non sembrava molto professionale. L'altra cosa che ho rilevato era la tensione che il cavo esercitava sulla macchina fotografica quando mi muovevo sul set. Ero preoccupato del fatto che il cavo si potesse rompere o si potesse danneggiare la porta USB, ho pensato che ci dovesse essere una soluzione a questo.

Torno ai Tether Tools! Come prima cosa, mi sono occupato dello stress sulla porta della fotocamera. Tether Tools offre un prodotto economico chiamato JerkStopper che allevia la tensione dalla porta della fotocamera e la distribuisce sul cavo che è molto più robusto.



Come seconda cosa, ho acquistato una barra trasversale Rock Solid 4-Head. Proprio come il Tether Table, la barra trasversale si posiziona sul treppiedi al posto della testa a sfera. La barra ha due attcchi regolabili sulla cima ed una per lato. Ho fissato il Tether Table ad una delle due teste in cima alla barra, poi ho collocato la mia testa a sfera sull'altro attacco, ottenendo una postazione per la macchina fotografica quando non la uso. Niente più verrà messo sul pavimento o sulla sedia!

È così che ho iniziato, e mi sono velocemente reso conto del valore aggiunto che la fotografia con connessione al computer può dare al il mio flusso di lavoro, alla creatività e al prodotto nel suo complesso. Attualmente il set con la barra trasversale, il Tether Table, la combinazione con la testa a sfera è la mia configurazione via cavo preferita. Sia che mi diriga verso lo studio condiviso dove lavorto abitualmente o verso qualsiasi altra location, porto con me una postazione di lavoro via cavo compatta e funzionale!

Tutto è iniziato con un cavo.