Prodotti

Esperienze

Brandon Tigrett: come ho realizzato i miei scatti


Brandon Tigrett è un fotografo pubblicitario specializzato in servizi fotografici di costume e tendenze per agenzie di pubblicità e aziende in tutti gli Stati Uniti. I suoi settori di specializzazione sono lo stile di vita attivo, il ritratto e il ritratto promozionale.
https://brandontigrett.com

Instagram @brandontigrett.







L'idea

Mi sono trovato a lavorare su un elenco piuttosto ampio di scatti fornito dal cliente, con l'obiettivo  di contribuire alla ristrutturazione del marchio. In passato Mountainside Fitness era conosciuta come una lussuosa palestra di fascia alta, ma nel corso di anni durante i quali la struttura ha conosciuto un periodo di grande crescita, la sua immagine si è spostata verso quella di una palestra di fascia media. Il mio obiettivo era produrre foto in grado di trasmettere la sensazione di 

uno stile di vita di fascia alta a chi desidera allenarsi a Mountainside Fitness. Ho ottenuto lo scopo realizzando immagini pulite e di grande impatto.


Logistica e attrezzatura

L'ubicazione era semplice, la più nuova delle Mountainside Fitness in una zona sud di Phoenix. Avevamo un elenco di scatti da distribuire in più di 3 giorni, ma abbiamo fatto tutto durante una lunga giornata di 13 ore sul set grazie a due cose: i sistemi di illuminazione flessibili e una squadra eccezionale composta da due assistenti, un direttore artistico e designer grafico e il direttore marketing di Mountainside Fitness. Non credo che avremmo potuto essere abbastanza efficienti 

per completare la lunga lista di scatti senza il tethering a Capture One 10, che ha permesso al direttore artistico e al direttore marketing di visualizzare gli scatti durante la loro realizzazione dando la loro approvazione per poter passare allo scatto successivo della lista.


Un altro ostacolo che abbiamo affrontato è stato il fatto che la palestra non poteva rimanere chiusa durante le riprese. Abbiamo lavorato durante l'orario di apertura, mentre i soci si dedicavano ai loro allenamenti. Abbiamo fatto del nostro meglio perché questo si trasformasse in un vantaggio e quando possibile per utilizzare gli altri frequentatori della palestra come elementi di sfondo dei nostri scatti.


Dovevamo affrontare una giornata lunga, quindi era importante anche mantenere il team ben nutrito. Ciambelle al mattino e un bel pranzo nel pomeriggio ci hanno dato l'energia per lavorare!


Quando si lavora all'interno di un ambiente come questo, che sia ben illuminato o scuro, come nel caso dell'aula di spinning, è fondamentale utilizzare l'illuminazione artificiale per creare l'atmosfera adatta a ciascuno scatto. A questo scopo ho utilizzato un complesso di attrezzature Profoto per l'illuminazione, tra cui diverse teste D1 da 1000w, una testa B1 da 500w, un beauty dish Profoto e un riflettore magnum con griglie, nonché un octa Elinchrom a 4 piedi e un pannello Lastolite 6?6.


Per ottenere il look desiderato ho scelto di utilizzare un obiettivo Canon 70-200 f/2.8 versione II per la quasi totalità degli scatti. Fortunatamente era una palestra spaziosa, quindi mi è stato possibile stare in una posizione arretrata, usando le focali più lunghe per comprimere gli elementi di sfondo della palestra e isolare il soggetto con poca profondità di campo. Questo "look" è davvero servito per creare alcune immagini d'impatto con un bel po' di spazio libero per i testi della pagina pubblicitaria definitiva.


Vantaggi del tethering




Non riesco a immaginare una serie di scatti di questa dimensione e importanza senza l'uso del tethering. Quando realizzi scatti per pubblicità su cartellone e stampa, ti trovi quasi sempre a lavorare con un direttore artistico sul set, per cui il tethering è fondamentale. Essi sono lì per garantire che gli scatti realizzati siano adatti al medium finale, dando al designer grafico lo spazio sufficiente per i testi e per tutte le altre importanti informazioni da visualizzare. Un altro vantaggio 

del tethering è la capacità da parte del mio assistente o tecnico di tenere attentamente sotto controllo la messa a fuoco essenziale durante gli scatti, una cosa molto importante durante queste riprese, dato che dovevamo scattare a 2.8 per la maggior parte degli scatti per ottenere il look voluto da Mountainside Fitness.


L'uso di Capture One 10 ha semplificato il tethering. Il tempo tra i miei scatti e la visualizzazione delle immagini sullo schermo del computer era molto breve. Per non parlare della possibilità di applicare una semplice gradazione alle immagini quando sono già vicine al risultato finale, il vantaggio che apprezzo di più del tethering. Quando si lavora per lunghi giorni, 13 ore su set per queste riprese, lavorare con energia e mantenere alto il morale della squadra è molto importante. 

La carica di energia che avverti quando senti il tuo cliente dietro le quinte che si entusiasma vedendo le immagini visualizzate sullo schermo è impagabile. 


Installazione delle luci


Scatto 1





Per il primo scatto, la nostra luce principale era una Profoto D1 gellata blu con applicato un riflettore magnum grigliato. Abbiamo applicato la griglia al riflettore magnum per evitare eventuali fuoriuscite sullo sfondo che avrebbero inquinato il colore rosso. La luce secondaria era una Profoto B1, gellata rossa, attaccata a un octa a 4 piedi, posizionata alla sinistra della fotocamera e leggermente dietro il nostro soggetto, fornendo una luce contrastante di contorno rossa, e anche 

facendo apparire un po' di rosso sul muro dietro di lei. I colori rosso e azzurro sono stati scelti per abbinare l'illuminazione al neon all'interno della vicina stanza completamente scura. Ho deciso di scegliere come luce principale quella blu perché dava la sensazione di trovarsi al buio, al contrario se ci fosse stata una normale luce bianca avremmo avuto un effetto "flashato" o da luce spot.




Scatto 2




L'illuminazione del secondo scatto era molto diversa. Ancora una semplice configurazione a due luci, ma questa volta utilizzando tre modificatori. Ho posizionato un pannello 6 ? 6 davanti al tapis roulant su cui si doveva correre il soggetto, e dietro ad esso c'era una Profoto B1 con attaccato un octa a 4 piedi e con entrambi gli strati di diffusione. Per la luce di contorno ho deciso di usare il riflettore magnum Profoto collegato a una testa D1 da 1000 Watt. Questa era posizionata molto in alto vicino al soffitto ed era fornita di griglia per concentrare bene il fascio di luce sulla schiena. Volevo dare la sensazione di una grande finestra davanti a lui e di un lucernario che proiettava la luce dietro di lui.




Post produzione


Una cosa che ho apprezzato del tethering è la possibilità da parte del mio assistente e del direttore artistico di iniziare a selezionare le immagini già durante le riprese. Questo mi ha offerto un buon punto di partenza quando sono tornato al mio studio e ha contribuito a velocizzare il processo. Come accennato prima, molte di queste immagini erano destinate a una riproduzione di grandi dimensioni, per cui il ritocco è stato essenziale. Il ritocco comprende la pulizia della pelle e di 

qualsiasi elemento che possa distrarre dalle immagini e l'applicazione di una piacevole e pulita gradazione di colore. Alcune regolazioni di base sono state applicate in Capture One prima di esportarle in Photoshop, dove è stata fatta la maggior parte del lavoro. Fortunatamente non c'è stato bisogno di nessun lavoro di composizione per nessuna delle immagini.


Il video con la realizzazione degli scatti di Brandon Tigrett